COMUNICATO PRIMA LE IDEE 2015

//COMUNICATO PRIMA LE IDEE 2015

COMUNICATO PRIMA LE IDEE 2015

Una due giorni di incontri per iniziare ad agire con criterio, formarsi passo dopo passo e confrontarsi per crescere. Scaturisce dall’intenzione dei giovani di centro destra, di dare voce e consapevolezza al mondo nuovo, a noi ultime generazioni.

“Prima le idee”, 24 e 25 gennaio 2015, ad Andria presso il Laboratorio Urbano Officina San Domenico. La due giorni vedrà, nella prima parte, la partecipazione attiva degli iscritti, attraverso tavoli di partecipazione divisi per ambito di interesse, mentre per il secondo giorno sono previsti convegni nei quali saranno presentatati i lavori.

“Bisogna contrastare la velocità del tempo, giovando di rapidità nell’usarlo e attingere con prontezza come da un torrente rapido e che non scorrerà in eterno.” (Seneca “De brevitate vitae”).

Ma qual è il modo più giusto per dimostrare che siamo una fondamentale risorsa? Partecipazione è la parola chiave, senza di essa saremmo privi di idee, novità, progetti. Senza partecipazione saremmo schiavi sfruttati e pedine spostate, per la vittoria di altri.

Vivere il mondo da cittadino attivo è un imperativo categorico. La storia lo insegna: gli antichi popoli greco e romano hanno steso compendi e trattati sulla partecipazione del cittadino alla vita pubblica, sull’importanza di una buona formazione tale da permettere il confronto nelle agorà, là dove si discutevano le idee, ed è proprio in quella piazza che bisogna scendere.

Agire, reagire, confrontarsi, esprimersi nella totale libertà, creare, rinnovare, imparando dai maestri.

Partecipazione è coinvolgimento nei processi istituzionali, è essere contributo per il cambiamento, è comunicazione sana e costruttiva, è crescita personale finalizzata alla crescita della collettività, è competenza, è consapevolezza del passato e del presente al fine di elaborare ipotesi valide per il futuro, per essere credibili e riconosciuti. Partecipare vuol dire realizzare una rete di relazioni tra i giovani e con i giovani.

Solo attraverso la formazione l’individuo è in grado di partorire idee innovative, tangibili e reali, concrete, su cui elaborare ipotesi, sperimentare soluzioni tra le più disparate e giungere a conclusione. Per questo è fondamentale l’utilizzo della condizione esperienziale, l’unica in grado di restituire spessore e sostanza a progetti obsoleti ed ormai privi di forma.

I giovani hanno il diritto e dovere di essere affamati di sapere per conquistare il sapere, per tale ragione non resta che partecipare, proporre e condividere il prossimo 24 e 25 gennaio ad Andria (BT) con “Prima le idee”.

By | 2017-10-10T06:45:24+00:00 novembre 18th, 2015|News|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: